Nazionale, Bonucci: “Spagna? Non partiamo battuti. La Juventus… “

Pubblicato su RADIO ANTENNA BORGETTO in: SPORT

bonucci

É stato Leonardo Bonucci il protagonista della conferenza stampa odierna a Coverciano. Il difensore della Nazionale parla delle proprie impressioni a pochi giorni da Spagna – Italia, ma ribadisce anche il propri punto di vista sull’addio alla Juventus.

LIVE – CALCIOMERCATO IN DIRETTA: LE ULTIME TRATTATIVE

Una sfida contro gli avversari di sempre: “Ritrovare dei compagni di vita e di campo fa piacere come Gigi, Chiellini e Andrea Barzagli. Da oggi ci buttiamo dentro questa avventura in ottica mondiale. La Spagna è la sfida più impegnativa ovviamente: ci sarà da fare una grande partita. La condizione conta fino ad un certo punto: una partita del genere ti da degli stimoli che ti può far sopperire ad alcune mancanze”.

Immancabili le domande sul suo passaggio al Milan; netta la sua risposta: “Ho deciso di lasciare la Juve per scelte che aveva fatto la società, ma siamo andati d’accordo fino alla fine. Ci volevano le palle per fare la scelta che ho fatto. Mi hanno chiamato infame, traditore, mercenario; tre aggettivi pesanti da affibbiare a uno che ha sempre fatto il massimo”.

PALERMO, TEDINO: “8 GARE FALSATE”

“Non sono andato al Milan per denaro – ribadisce – La gente non sa che l’ultimo anno alla Juventus ho preso quasi gli stessi soldi. Anche ai miei ex compagni rode prendere gol, ma non era Bonucci a fare la differenza. Se non avessi avuto la fortuna di giocare con Buffon, Barzagli, Chiellini, Dybala, Higuain e tutti gli altri, avrei potuto fare ben poco. Mi interessa essere ricordato come un vincente”.

In riferimento anche alle polemiche sulle fascia al Milan afferma: “Sono stato abituato a stare al centro delle polemiche. Altrimenti non ne parlerebbe nessuno”.

L’articolo Nazionale, Bonucci: “Spagna? Non partiamo battuti. La Juventus… “ proviene da Stadionews24.

Lascia un commento