Palermo, Cionek: “Sorpreso dai polacchi. Caso nazionali? Serve un accordo”

Pubblicato su RADIO ANTENNA BORGETTO in: SPORT

CIONEK CONF BAD 1907 1

Una Serie B che vive sul filo dell’equilibrio. Dopo nove giornate di campionato, la cadetteria non ha ancora una padrona. Il Palermo è secondo in classifica, imbattuto ma con sei pareggi e tre vittorie: “Nessuno ti regala niente: non c’è nessuna vera favorita e tutti possono battere tutti. Siamo contenti di non aver ancora perso. E migliorando qualcosina possiamo fare ancora meglio”, afferma Thiago Cionek in conferenza stampa.

>> NESTOROVSKI, AL PALERMO MANCANO I TUOI GOL

“Viviamo giornata dopo giornata per raggiungere l’obiettivo più importante, c’è sempre qualcosa da migliorare, la classifica è corta e non abbiamo avuto continuità di lavoro a causa dei nazionali. E nonostante tutto ci stiamo giocando le nostre carte”, sottolinea il difensore polacco. Le soste nazionali hanno creato qualche problema: “Senza vai e vieni possiamo migliorare, ma non è un alibi. Quando chiamati in causa tutti hanno sempre fatto bene e si sono fatti trovare pronti. Dobbiamo continuare su queste strada”.

E sulla possibilità di non rispondere alla chiamata della Nazionale in vista delle prossime amichevoli, Cionek glissa: “Si tratta di un tema delicato: la cosa migliore sarebbe un calendario che non ci fa perdere le partite con il club. Ma il mondiale è vicino: è importante essere presenti in nazionale, è un tema che va discusso e gestito tra le parti. Ognuno ha i propri interessi e bisogna venirsi incontro. Servirebbe un accordo tra le federazioni per gestire il tutto”.

>> FOSCHI: “PALERMO, INDIMENTICABILE LA PROMOZIONE DEL 2004”

Il punto di forza del nuovo Palermo è la difesa: “È cambiata rispetto all’anno scorso: penso che i meriti però siano di tutta la squadra, con gli attaccanti che marcano in fase di non possesso. Bisogna migliorare sempre, il campionato di Serie B è lungo. La continuità di lavoro e i pochi cambiamenti cici sta permettendo di lavorare bene. Il Frosinone da tanti anni ha la stessa squadra, siamo stati bravi a concedere poco o nulla, sebbene non siamo riusciti a vincere”. Merito anche dal filtro fornito dai suoi connazionali: “I tre polacchi? Hanno trovato l’ambiente giusto e hanno avuto la disponibilità di lavorare con voglia ed in silenzio, cercando di dare il loro meglio. Noi cerchiamo di aiutarli come possiamo. Mi hanno sorpreso tanto e possono crescere ancora”.

LEGGI ANCHE:

BELLUSCI INFORTUNATO, I TEMPI DI RECUPERO

 

L’articolo Palermo, Cionek: “Sorpreso dai polacchi. Caso nazionali? Serve un accordo” proviene da Stadionews24.

Lascia un commento