Albanese rientra in Italia nonostante l’espulsione: arrestato a Zafferana Etnea

Pubblicato su RADIO ANTENNA BORGETTO in: CRONACA

I Carabinieri della Compagnia di Giarre, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nell’ambito del piano denominato “Modello Trinacria”, riportando importanti risultati.

Arrestato a Zafferana Etnea un 34enne, originario dell’Albania, che nonostante il decreto di espulsione dal territorio nazionale, emesso dalla Prefettura di Catania il 12 dicembre 2015, è rientrato illegalmente in Italia. L’arrestato è stato trattenuto in una camera di sicurezza dell’Arma in attesa di essere giudicato per direttissima;

Denunciata una persona, un 36enne di Giarre, già ai domiciliari, per essersi allontanato arbitrariamente dalla propria abitazione, dove era ristretto, senza alcuna giustificazione.

Denunciata una persona, un 44enne di Giardini Naxos (ME), poiché, durante un controllo alla circolazione stradale, bloccato alla guida della propria autovettura è stato sottoposto ad accertamento dell’alcool test risultando positivo con un tasso alcolemico superiore al limite consentito.

Inoltre sono stati segnalati  alla Prefettura di Catania quattro giovani poiché trovati in possesso di modiche quantità di sostanze stupefacenti. Nel medesimo contesto operativo i militari hanno controllato 35 persone, 15 veicoli, sottoponendo a sequestro amministrativo 1 veicolo, eseguite 4 perquisizioni domiciliari ed elevate 8 sanzioni al codice della strada per un valore complessivo di 1800 euro.

 

Lascia un commento