Chiuso centro commerciale cinese a Bagheria, per l’amministrazione era abusivo

Pubblicato su RADIO ANTENNA BORGETTO in: CRONACA

Chiusura immediata delle attività di vendita al dettaglio di prodotti non alimentari in due strutture lungo la strada statale 113 tra Ficarazzi e Bagheria, in territorio di Bagheria. Si tratta di un centro commerciale gestito da imprenditori cinesi aperto da circa cinque anni sulle due diverse strutture di media grandezza.

Il provvedimento è stato assunto dal Comune di Bagheria e subito dopo la disposizione di chiusura l’azienda ha annunciato iol licenziamento dio 12 lavoratori italiani.

Lo racconta il Giornale di Sicilia questa mattina in edicola che parla di tanti attestati di solidarietà pervenuti attraverso i social. Ciononostante i dipendenti dell’azienda sono fiduciosi, continua il Giornale  “Grazie a chi ha avuto un pensiero di solidarietà per noi lavoratori – scrive sui social Mery Santelmo – ma desidero comunicare a tutti che l’azienda riaprirà al più presto e torneremo al lavoro”.

L’ordinanza di chiusura è stata emessa dal responsabile della Direzione 9 del Comune l’architetto Maria Piazza a seguito di un verbale di accertamento del Comando della Polizia Municipale

La società, in pratica avrebbe dovuto indicare il settore o i settori merceologici, l’ubicazione e la superficie di vendita dell’esercizio prima di iniziare l’attività. Il provvedimento di diniego dell’istanza di richiesta di Autorizzazione per l’apertura della media struttura di vendita al dettaglio di prodotti non alimentari presentata dalla società in data 13 marzo 2016 è stato notificato lo scorso 4 ottobre. Contestualmente al provvedimento, aggiunge ancora il Giornale di Sicilia, la stessa società è stata diffidata ad ottemperare a quanto all’ordinanza, avvertendo che per l’eventuale inottemperanza, oltre a costituire motivo di ulteriore violazione, si procederà ai sensi di legge.

Contro il provvedimento la società potrà fare ricorso al Tribunale amministrativo regionale.

Lascia un commento