Primavera 2, Palermo, solo un pareggio con il Pescara (1-1)

Pubblicato su RADIO ANTENNA BORGETTO in: SPORT

PRIMAVERA_GRUPPO_05

Palermo – Pescara FINALE 1 – 1 Marcatori: 4′ s.t. Cernaz (Pe), 35′ s.t. Santoro (Pa) su rigore

Il Palermo spreca una buona occasione, facendosi bloccare in casa dal Pescara (stesso risultato della partita di serie B di sabato scorso) e rischiando addirittura la sconfitta. Non è stata una gara esaltante, il Pescara – imbattuto da sei turni – ha saputo bene imbrigliare i rosanero che hanno raggiunto il pareggio solo su un rigore contestato. E con la concomitante vittoria per 4 a 0 del Cagliari sul Benevento il Palermo perde il primo posto in classifica a tre turni dal termine e quasi certamente dovrà sperare nella vittoria in trasferta a Cagliari nell’ultima giornata di campionato per garantirsi la promozione diretta in serie A.

FINE PARTITA

49′ s.t.: Doppia espulsione per Paula da Silva per fallo; subito dopo espulsione per Marafini per doppia ammonizione.

43′ s.t.: Gara agli sgoccioli, il Palermo cerca il sorpasso in extremis con il forcing finale, trascinato dai circa 250 tifosi presenti.

36′ s.t.: Il Cagliari segna il terzo gol, in questo momento è avanti al Palermo di due punti.

35′ s.t.: SANTORO TRASFORMA DAL DISCHETTO. Il Palermo pareggia.

35′ s.t.: Ammonito Corselli per proteste

34′ s.t.: RIGORE PER IL PALERMO. Su cross di Antonino Gallo c’è un fallo di mano in area di Pierpaoli che l’arbitro punisce con il rigore. Il Pescara protesta sostenendo che il braccio era attaccato al corpo.

33′ s.t.:  Ammonito Vidovsek per perdita di tempo

26′ s.t.: Punizione di sinistro di Morselli da fuori area, Belladonna respinge centralmente e poi la difesa evita il tap in di Cernaz.

21′ s.t.: Nuovo cambio nel Palermo con Retucci al posto di Calivà e modulo 4-2-4 ultra offensivo.

19′ s.t.: Parabola di Scimia da quasi 40 metri, Belladonna riesce a deviare in angolo ma indietreggiando va a sbattere dolorosamente sul palo.

16′ s.t.: Ammonito Marafini per gioco falloso.

12′ s.t.: Ammonito Elizalde per proteste.

12′ s.t.: Scurto fa il primo cambio inserendo Sicuro al posto di Mendola e dando ancora più peso offensivo.

4′ s.t.: PESCARA IN VANTAGGIO, GOL DI CERNAZ. Rasoterra di sinistro dal limite dell’area di rigore sugli sviluppi di una ripartenza alimentata da un errore di Silva Marquez che si è fatto rubare palla su un dribbling.

VIA ALLA RIPRESA. Nessun cambio

FINE PRIMO TEMPO

46′ p.t.: Occasione per il Palermo: Cannavò di testa per Lucera che serve Mendola, la palla termina alta.

41′ p.t.: Ammonito Martella per gioco falloso.

40′ p.t.: Sponda aerea di Mancini per Cernaz che tira di sinistro verso la porta, palla deviata.

37′ p.t.: Bella iniziativa di Scimia che sterza verso l’interno, tira a giro di sinistro mandando la palla vicino all’incrocio dei pali.

33′ p.t.: Ammonito Mendola per comportamento non regolamentare.

31′ p.t.: Silva Marquez ruba palla ad Elizalde creando superiorità numerica, passaggio per Lucera che calcia di piatto destro: tiro un po’ debole che il portiere blocca facilmente.

27′ p.t.: Immediata replica del Pescara. Sugli sviluppi di una punizione colpo di testa di Mancini e parata d’istinto di Belladonna.

26′ p.t.: Prima vera occasione della partita per il Palermo. Punizione tagliata di Silva Marquez, Paula da Silva anticipa tutti di testa e manda di pochissimo a lato alla destra del portiere.

14′ p.t.: Partita equilibrata, il Palermo cerca di proporre gioco ma non riesce a creare pericoli a un Pescara piuttosto ordinato.

7′ p.t.: Il Cagliari raddoppia e sembra voler archiviare subito la gara senza rischiare.

4′ p.t.: Fasi di studio ma nel frattempo il Cagliari, rivale per il primo posto, è passato in vantaggio contro il Benevento.

ore 11.01: VIA ALLA PARTITA. Palermo in maglia rosa, pantaloncini neri. Pescara con la maglia a strisce verticali biancazzurre.

PALERMO (4-3-3): 1 Belladonna, 2 Rizzo (cap.), 4 De Marino, 5 Paula Da Silva, 3 A. Gallo; 7 Santoro, 6 Calivà (dal 21′ s.t. Retucci), 8 Mendola (dal 12′ s.t. Sicuro); 10 Silva Marques, 9 Cannavò, 11 Lucera (dal 42′ s.t. Tarantino). Allenatore: Scurto.

PESCARA (4-1-4-1): 1 Vidovsek; 2 Martella, 5 Minelli, 4 Marafini, 3 Elizalde; 6 Pierpaoli; 7 Morselli (cap.) (dal 40′ s.t. Marcelli), 11 Scimia, 8 Palestini, 10 Cernaz (dal 49′ s.t. Ferrini); 9 Mancini (dal 44′ s.t. Borrelli). Allenatore: Epifani.

Difendere il primato. Questo l’obiettivo della Primavera del Palermo che oggi alle 11.00 scende in campo contro il Pescara. La striscia negativa del Cagliari (tre sconfitte di fila) ha permesso ai ragazzi di Giuseppe Scurto di agganciare il primo posto a quota 39 punti, ma ora per i baby rosa c’è un esame importante contro gli abruzzesi (reduci da 5 risultati utili consecutivi).

ARCOLEO: “RETTILINEO FINALE. ORA CONTA SOLO IL GRUPPO”

Dopo questo turno, poi, sarà volata finale con tre partite al termine: il Palermo giocherà contro il Foggia (penultimo in classifica), l’Avellino (ultimo e, al momento, a zero punti) e infine contro il Cagliari nello scontro diretto, in trasferta, dell’ultima giornata, in programma sabato 5 maggio.

LEGGI ANCHE

GDS – “ZAMPARINI HA SCREDITATO IL LAVORO DI TEDINO”

 

 

L’articolo Primavera 2, Palermo, solo un pareggio con il Pescara (1-1) proviene da Stadionews24.

Lascia un commento